Pubblicato in: Libri per ragazzi, recensioni

L’amore ai tempi degli 883

 

img_20200310_0004148391482195260300403.jpg
Disponibile su Amazon

TRAMA

Primi anni 90. Marco frequenta il quarto Liceo. Le sue giornate si svolgono tra scuola, nuoto e basket, nella normalità e nella noia tipiche della piccola provincia dove abita, fino a quando un giorno a scuola vede per la prima volta Federica, appena trasferitasi da Bologna.

Nello stesso periodo gli 883 irrompono nelle radio con le loro canzoni che ben presto diventeranno dei grandi successi facendo da colonna sonora agli intrecci di amicizia, amore e passione che sconvolgeranno la vita di Marco.

Il sentimento prorompente per la bella Federica fa da filo conduttore al racconto in cui le gioie e le delusioni sono frutto di un amore romantico, assoluto e travolgente come solo quello adolescenziale sa essere.

Il ricordo fresco e appassionato di quegli anni è un irresistibile richiamo per i nostalgici che li hanno vissuti.

 

Libro banale: storia adolescenziale tra due ragazzi del liceo (e fin qui niente di male), personaggi noiosi e per niente accattivanti. L’amore si, ma gli 883? Vengono nominati si e no quattro volte e che si parli di loro o meno la storia non cambia.

Ho acquistato questo libro proprio perché incuriosita dal titolo e, da sfegatata fan degli 883 durante praticamente la mia intera esistenza, mi aspettavo molto di più. Davvero niente di che.

 

VOTO

3-stelle-2