Pubblicato in: Classici, recensioni

La Casa degli Spiriti

20681222550

 

L’AUTRICE

Isabel era la nipote di Salvador Allende, futuro presidente del Cile morto in un colpo di stato nel 1973.

Tutti i suoi libri raccontano la situazione del paese e della sua famiglia, in maniera velata e nascosta con la tecnica del romanzo a chiave (descrizione della vita reale dietro la finzione della trama).

Ne La casa degli spiriti rimanda alla casa di suo nonno: la storia è stata scritta prendendo spunto dalle vicende degli Allende.

 

TRAMA

L’amore, la magia, il mistero, i sogni si intrecciano alle violenze e agli orrori della guerra cilena che portò alla ascesa di Pinochet.

Alle Tre Marie, splendida tenuta di proprietà di Esteban Trueba, si intrecciano le passioni dei diversi protagonisti: Clara, la moglie del proprietario, trascorre una vita avvolta nei ricordi; Fèrula, sorella di Esteban, dedica la sua vita agli altri; Blanca è innamorata di un servo del padre, Pedro, che avrà parte nella guerriglia della rivoluzione; Alba, la nipote, dovrà invece affrontare la dittatura mentre Esteban scoprirà, proprio a causa dei tragici eventi politici del suo paese, di amare innanzitutto la sua famiglia.

La casa degli spiriti è il racconto di tre generazioni di una famiglia latinoamericana, una saga che si svolge sullo sfondo di un Cile scosso dal terremoto del 1960, che scorre accanto all’elezione di Salvador Allende e alla sua salita alla presidenza fino al colpo di stato di Pinochet, per arrivare alla morte di Neruda.

Protagoniste incontrastate le donne, che incarnano il coraggio e la forza degli ideali, che affrontano il proprio destino, che vincono sulle ingiustizie indissolubilmente legate alla storia della loro terra.

 

Capolavoro della letterature sudamericana. Un libro consigliatissimo che affascina e cattura.

VOTO

san-antonio-affordable-handyman-service-five-star-rating-heritage-property-preservation